Home > Avvisi > Chiara Schiatti campionessa mondiale di karate
Ultima modifica: 30 novembre 2017

Chiara Schiatti campionessa mondiale di karate

E’ una studentessa del Pigafetta, Chiara Schiatti di 3 B Classico, la nuova campionessa mondiale di karate nella categoria “Cadetti A  femminile”, specialità kata.

A Chiara i complimenti di tutta la comunità scolastica, la cui impresa sportiva riempie di orgoglio il Liceo Pigafetta e rende onore a Vicenza e all’Italia.

Volentieri pubblichiamo l’articolo apparso sul Giornale di Vicenza del 17 novembre e un bell’articolo-intervista a cura della compagna Alessia Lovato di 3BLL.

.

.

Determinata, energica ed esplosiva, tre parole per descrivere Chiara Schiatti, la giovane studentessa vicentina al terzo anno del Liceo Classico A. Pigafetta di Vicenza che, nello scorso mondiale di karate, disputato ad ottobre a Kilkenny in Irlanda, ha ottenuto il titolo di World Champion nella specialità katà.

“Un’arte marziale ed uno stile di vita” Chiara descrive così la sua passione, nata fin dai primi anni di scuola.

Inizialmente attirata dallo judo, basato sul confronto fisico e che quindi richiede una struttura molto robusta, Chiara decide di ascoltare un saggio consiglio del nonno ed inizia a praticare il karate, arte marziale di difesa e controllo, che nulla ha a che vedere con la lotta e più adatto alla sua costituzione.
Presto inizia l’attività agonistica, prediligendo il katà (una sequenza di tecniche che simulano il combattimento) al kumitè (combattimento vero e proprio).

“All’inizio l’agitazione nel salire sul Tatami e presentarmi davanti ai cinque arbitri che giudicano la prova di katà era massima ma ora, che in alcuni periodi devo affrontare una gara ogni tre settimane, ho imparato a controllare l’ansia”. Ora il suo unico pensiero è quello di migliorare e vincere. É entrata nel 2016 a far parte della nazionale italiana karate per la sua specialità, il katà e per lei continuare a farne parte è il traguardo più importante: “Far parte della nazionale è un’esperienza entusiasmante, mi fa venire i brividi di gioia. Ho conosciuto tantissima gente nuova, atleti che condividono la mia passione provenienti da tutta Italia e ho condiviso con loro momenti indimenticabili. Forse la cosa più bella di questa amicizia è che siamo tutti nella stessa situazione, ci vediamo in occasione delle gare e ci possiamo capire uno con l’altro anche nei momenti più difficili”. Momenti di sconforto che non mancano ma la determinazione e la concentrazione che possiede Chiara, la convincono a continuare ed a migliorare sempre di più. A Kilkenny in Irlanda, Chiara, quindicenne, è diventata campionessa mondiale nella specialità katà per la sua categoria “Cadetti A” e ci racconta: “Quando sono salita sul podio ancora non mi rendevo conto di avere vinto. Solo quando scesi, realizzai finalmente di avere la medaglia d’oro al collo e di essere la campionessa del mondo, mi misi a correre tra i Tatami. Alla fine delle premiazioni tutta la squadra della nazionale italiana si è riunita al centro del palazzetto per cantare l’inno, è stato emozionante”. Una medaglia d’oro che ha un valore speciale dopo tanti sacrifici ed un grazie lo vuole rivolgere al suo maestro, alla sua famiglia, alla nazionale ed ai suoi compagni che le sono sempre stati vicini. “Nonostante i 4 allenamenti a settimana da due ore e mezza, riesci a bilanciare il tempo con la scuola?” “A me piacciono entrambe le cose, non saprei scegliere tra le due. Il mio pomeriggio è formato da studio-allenamento-studio ma finché riesco a gestire tutte e due le cose, nessuno me lo può impedire”. “E adesso? I tuoi prossimi obiettivi?” “Il mio primo obiettivo è quello di entrare in nazionale anche quest’anno. Sarà più difficile perché si tratterà di un categoria più alta (Cadetti B) ma niente è impossibile”. La determinazione e l’energia in Chiara Schiatti non mancano e le sue aspettative sono sempre più grandi. Un orgoglio per il Liceo A. Pigafetta.

ALESSIA LOVATO